Confidi Pmi Campania, 4 milioni di finanziamenti diretti alle piccole e medie imprese nel 2023

Nominato il nuovo presidente: è Angelo Bruscino, Lucio Donadio vicepresidente

0
279
Da sinistra Angelo Bruscino e Lucio Donadio

NAPOLI – Più di 200 richieste di finanziamenti agevolati per un valore di circa 4 milioni di euro saranno soddisfatte nel 2023 dal Confidi Pmi Campania che erogherà direttamente le risorse finanziarie alle imprese che non hanno i requisiti per accedere al credito bancario. E’ quanto è emerso dall’assemblea ordinaria dei soci della struttura che fa capo alla Confcommercio svoltasi a Napoli.

L’assemblea ha approvato il bilancio al 31 dicembre 2022 e ha eletto il nuovo Consiglio di amministrazione. Il Cda ha poi nominato presidente Angelo Bruscino che subentra a Lucio Donadio il quale assume l’incarico di vicepresidente (nel Cda anche Guido Arzano, Paolo Annunziata e Silvio de Simone).

“La nostra funzione di ‘banca di soccorso’ si è rafforzata in questi mesi grazie alle innovazioni normative dello scorso anno che ci consentono di poter utilizzate le risorse pubbliche per concedere finanziamenti agevolati per cassa alle piccole e medie imprese”, ha spiegato Donadio per anni alla guida del consorzio di garanzia fidi.

“Oltre alla nostra missione istituzionale di garantire, fino all’80 per cento, i prestiti che le banche erogano alle aziende – ha evidenziato il nuovo presidente Bruscino – ora possiamo erogare direttamente il credito fino a 40mila euro per le imprese piccole e medie a rischio default e ai professionisti titolari di partita Iva”.

“E il nostro credito – ha aggiunto – viene concesso ad un tasso del 4 per cento rispetto ad una media per imprese e famiglie superiore al 13 per cento”. “Questa nuova possibilità che abbiamo – ha sottolineato Bruscino – rappresenta senza dubbio un fatto straordinario, un importante riconoscimento, per l’efficace azione svolta dal mio predecessore Lucio Donadio, che valorizza e rafforza il ruolo di Confidi Pmi Campania”.

Un capitale sociale di 5 milioni e mezzo, una disponibilità di risorse finanziarie complessiva di quasi 15 milioni, 1.782 soci, operatività nazionale in tutti i settori, il Confidi Pmi Campania è una società cooperativa a responsabilità limitata e si caratterizza per la mutualità e per l’assenza dello scopo di lucro.

L’organismo di intermediazione finanziaria nasce oltre 30 anni fa, è stato ricordato nelle assise, per supportare le imprese minori nell’accesso al credito agevolandone una migliore relazione con il sistema bancario, favorendo una sensibile riduzione del costo dei finanziamenti rispetto a quelli reperibili sul mercato e rendendo i profili di rischio delle piccole e medie imprese associate più trasparenti e più facilmente valutabili da parte delle banche.

La garanzia del Confidi è rappresentata da un Fondo di garanzia (o Fondo Rischi) che è alimentato da risorse pubbliche (contributi delle Regioni, delle CCIAA, del Ministero Economia e Finanze, del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, ecc.) ed ha la funzione di coprire le perdite derivanti dall’inadempimento del debitore.

L’assemblea ha anche nominato il nuovo Collegio sindacale: Raimondo de Miranda, Luca Manzo, Giuseppe Battaglia; supplenti sono Massimo Scognamiglio e Cristina Cutitta.