Lo hanno adottato anche numerosi medici di famiglia, tra i quali l’ex assessore comunale Pina Tommasielli e funziona. Si tratta del cosiddetto “protocollo D’Amato”, una cura messa a punto per i malati Codiv dallo pneumolgoo ed ex primario del “Cardarelli”, Gennaro D’Amato che da mesi si è messo a disposizione di tantissime persone che sta curando in telemedicina. Sono tre gli elementi di base: i corticosteroidi, l’eparina e gli antibiotici. Dosaggi, somministrazione e modalità di cura sono state affinate al punto che oggi rappresentano un faro per molti. Protocollo che stride con le indciazioni dell’Iss, molto meno puntuali, ma che sul campo sta evidenziando la propria efficacia. Nel servizio allegato, l’intervista al professor D’Amato che spiega nel dettaglio il suo protocollo di cura.