Si arresta nuovamente la crescita della curva dei contagi in Campania: il rapporto positivi-tamponi nelle ultime 24 ore scende al 9,65%% rispetto al 12,21% precedente. I positivi di ieri erano 619 (47 sintomatici) su 6.411 test. I deceduti sono 18 (di cui 7 nelle ultime 48 ore) mentre i guariti sono 791. Si allenta leggermente la pressione sulle terapie intensive 98 i posti occupati su una disponibilità di 656.

Due focolai Covid a Rocca d’Evandro, Comune di 3.200 abitanti nel Casertano, dove sono 76 i residenti positivi la maggior parte asintomatici. L’ultimo cluster, con una quarantina di contagiati, si è sviluppato in seguito ad una veglia funebre per un’anziana svoltasi il 27 dicembre. Il focolaio si aggiunge a quello più circoscritto che ha colpito la Residenza per anziani (Rsa) situata nel paese, dove sono emerse una trentina di positività tra gli operatori sanitari e gli anziani, due dei quali deceduti.
Nuovo balzo in avanti dei contagi da Covid a Torre del G

reco (Napoli), dove si torna a registrare un numero degli attuali positivi superiore a quota 300.
Andata avanti anche nel weekend la fase 1 della vaccinazione per tutti gli operatori sanitari all’Ospedale del Mare, al Cardarelli e al Cotugno, mentre i Policlinici Federico II e Vanvitelli riprenderanno l’attività oggi.

Al Cardarelli due giorni fa sono stati vaccinati 180 persone. Per questa prima parte di vaccinazioni si dovrà arrivare a poco meno di mille poi il totale del Cardarelli sarà di circa quattromila persone.

All’Ospedale del Mare la Asl Napoli 1 prosegue la sua ampia campagna che portano il totale a 798 vaccinati. L’Asl Napoli 1 ha un obiettivo molto alto, circa 15.000 soggetti di tutto il personale che a qualsiasi titolo lavorano nelle strutture sanitarie di competenza dell’Asl. Da oggi partono anche i vaccini anche ai sanitari degli ospedali classificati, Fatebenefratelli e Betania.