Csm, fumata bianca: Felice Giuffrè è il decimo membro laico

Eletto con 420 voti dal Parlamento riunito in seduta comune. Adesso si attende l’elezione dei membri togati.

0
223
Un momento della seduta straordinaria dell'assemblea plenaria del CSM in ricordo del giudice Paolo Borsellino, 19 luglio 2017 a Roma. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Fumata bianca a Montecitorio per l’elezione del decimo membro laico del Consiglio Superiore della Magistratura. Si tratta di Felice Giuffrè che ha ricevuto 420 voti.

GIUFFRE’ E’ ORDINARIO DI DIRITTO PUBBLICO A CATANIA

Il professore ordinario di diritto pubblico a Catania ha superato il quorum dei tre quinti dei componenti dell’Assemblea (pari a 364 voti) per far scattare l’elezione.

Il suo nome era stato avanzato in sostituzione di Giuseppe Valentino (anche lui indicato da FdI) costretto a farsi da parte dopo l’uscita della notizia di un suo coinvolgimento nel processo di ‘Ndrangheta ‘Gotha’ proprio nel giorno della cattura di Matteo Messina Denaro.

L’ELENCO COMPLETO DEI DIECI MEMBRI LAICI DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA

Ecco l’elenco completo dei dieci membri laici scelti dal Parlamento in seduta comune:

Isabella Bertolini (ex parlamentare di Forza Italia, avvocato penalista) con 521 preferenze

Daniela Bianchini (docente universitaria) 519 voti

Rosanna Natoli (avvocato siciliano) 519 voti, tutti nomi in quota FdI

Fabio Pinelli (avvocato del foro padovano) 516 voti

e Claudia Eccher (avvocato, ex legale di Salvini) 519, in quota Lega

Enrico Aimi (ex parlamentare, avvocato penalista), in quota Forza Italia con 517 voti

Roberto Romboli (professore universitario) in quota Pd con 531 voti

Michele Papa (docente universitario) in quota M5s con 506 voti e Ernesto Carbone (ex parlamentare del Pd e avvocato) in quota Terzo polo con 399 voti.

Felice Giuffrè (docente universitario) in quota FdI con 420 voti.