Napoli si trasforma nella Woodstock della storiografia, in cui si alternano i più autorevoli storici italiani e stranieri.
E’ il primo Festival delle Lezioni di Storia, l’evento in programma dal 25 al 28 aprile nel capoluogo partenopeo.

Trenta appuntamenti, dieci eventi collaterali, organizzati dall’editore Laterza e La Regione Campania con ospiti eccezionali (da Luigi Mascilli Migliorini a Paolo Macry, da John Foot a Carlo Greppi, da Eva Cantarella a Emilio Gentile) e con sede principale al Teatro Bellini e incontri al Mann, al Museo Madre, al Conservatorio San Pietro a Majella, all’Accademia di Belle Arti e al Liceo Genovesi.

Il tema di questa prima edizione è “Il passato è presente”: dialoghi, lezioni, performance teatrali e incontri in libreria per raccontare come la memoria sia essenziale per individuare le radici e le cause delle grandi questione del nostro tempo.
Alla presentazione del festival si è tenuta nel foyer del teatro Bellini sono intervenuti il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, l’editore Giuseppe Laterza e il direttore artistico del Teatro Bellini Gabriele Russo.