Detenuti diventano giornalisti, al via progetto Parole in libertà

0
30

Da detenuti a giornalisti. Questo il percorso che faranno i partecipanti al progetto Parole in libertà, che coinvolgerà le carceri napoletane di Secondigliano e Poggioreale. Ai detenuti infatti verrà data la possibilità di cimentarsi nella scrittura e vestire i panni del commentatore, dell’opinionista in merito all’attualità, la cultura e lo sport.

UNA PAGINA DEDICATA SU IL MATTINO

I lavori, che dovranno avere taglio giornalistico, saranno pubblicati una volta a settimana, per un anno, su una pagina dedicata sul quotidiano il Mattino. Il progetto è finanziato dal Garante regionale dei detenuti della Campania e dalle Fondazioni Polis e Banco di Napoli.

PRESENTATO DAL GARANTE DEI DETENUTI DELLA CAMPANIA

E’ stato presentato questa mattina dal Garante, Samuele Ciambriello Intervenuti il direttore del Mattino, Francesco de Core, don Tonino Palmese della Fondazione Polis, l’assessore regionale Lucia Fortini, il presidente del Consiglio regionale, Gennaro Oliviero e il direttore del carcere di Poggioreale, Carlo Berdini.