Economia in ginocchio.

Il coronavirus ha praticamente fermato tutta Italia.

Anche a Napoli dalle PMI al turismo, dai negozi di prossimità ai cinema la situazione è più grave del previsto. Pasquale Russo della Confcommercio è preoccupato.

La Banca di Credito Cooperativo di Napoli, da sempre vicina al territorio dell’area metropolitana di Napoli, ha deciso di offrire alle imprese del settore Turismo e Food due opportunità per fronteggiare la temporanea ma difficile congiuntura del settore.

Infatti il Consiglio di amministrazione ha deliberato una misura a favore dei settori maggiormente sottoposti alla crisi così il presidente Amedeo Manzo.

Cinema, teatri e attività di aggregazione sono al centro dei del decreto emanato dal Governo.

In pochi giorni incassi a picco e sale cinematografiche chiuse. Luigi Grispello, Presidente dell’Unione Agis della Campania lancia l’allarme.