Sono stati arruolati nei momenti peggiori della pandemia, giovanissimi infermieri professionali catapultati nei reparti Covid per assistere malati e medici in corsia.

Si tratta di 50 professionisti che hanno ricevuto incarichi a tempo determinato di collaboratore professionale sanitario infermiere categoria D indetto con la delibera 905 del 15/07/2019.

Convocati dall’Università “Luigi Vanvitelli” con la delibera 165 del 3 marzo 2020 per assunzione straordinaria  tempo determinato, 6 mesi eventualmente rinnovabili, per emergenza Covid-19.

Ma, finita l’emergenza, non sono stati stabilizzati e tanti hanno dovuto cercare lontano da casa una nuova occasione di lavoro. Oggi, attraverso Gianmarco Merre, lanciano un appello al presidente della Regione, Vincenzo De Luca.