Falso paralitico denunciato da Gdf ad Amalfi; truffa all’Inps da 60mila euro

0
936

Trasportava buste della spese, passeggiava con il cane a guinzaglio, evitava con disinvoltura auto parcheggiate sulla carreggiata: non avrebbe potuto farlo perché ufficialmente affetto da una forma di tetraparesi flaccida, una malattia invalidante a tutti e quattro gli arti che gli consentiva di usufruire della pensione di invalidità con relativa indennità di accompagnamento. Il falso paralitico è stato visto passeggiare con naturalezza nel centro storico e tra i vicoli affollati di turisti ad Amalfi (Salerno). A scoprire l’uomo, 69 anni, i militari del comando provinciale di Salerno della Guardia di Finanza nell’ambito degli accertamenti in materia di spesa pubblica e previdenziale ed in particolare di pensioni di invalidità erogate dall’Inps. L’uomo, secondo la documentazione in suo possesso, non era da anni in grado di svolgere le normali azioni quotidiane per la paralisi. Aveva anche rinnovato la patente di guida ma quando era stato convocato dall’Inps per essere sottoposto alla visita di controllo si era presentato fingendo di riuscire a camminare solo se sorretto da un accompagnatore e con l’ausilio di una stampella. L’uomo è stato denunciato; disposto anche il sequestro preventivo dei conti correnti per l’ammontare degli emolumenti indebitamente ricevuti a partire dal 2008. Il danno complessivamente accertato dalla Guardia di Finanza è di circa 60 mila euro