Gli appuntamenti da non perdere nel week end dall’8 al 10 novembre 2019

0
407
AL TEATRO DIANA MASSIMILIANO GALLO IN SCENA
CON IL SILENZIO GRANDE DI MAURIZIO DE GIOVANNI

Scrittore napoletano di fama internazionale, Maurizio De Giovanni, autore di numerosi libri di successo dalla serie del Commissario Ricciardi fino a I bastardi di Pizzofalcone, firma, per la prima volta, un’inedita commedia in due atti dal titolo Il silenzio grande, curata nella regia da Alessandro Gassman. Protagonista, Massimiliano Gallo, in scena con Stefania Rocca, Monica Nappo, Paola Senatore e Jacopo Sorbini. Il tema è quello dei rapporti familiari, del tempo che scorre, del luogo dove le nostre vite vengono vissute e mutano negli anni, ovvero la casa, in una evoluzione emozionante e sorprendente. In scena una storia con grandissime sorprese, “misteri che solo un grande scrittore di gialli come Maurizio De Giovanni avrebbe saputo maneggiare con questa abilità e che la rendono davvero un piccolo classico contemporaneo. Per rendere al meglio, il teatro necessita di attori che aderiscano in modo moderno ai personaggi e penso che Massimiliano Gallo, con il quale ho condiviso set e avventure cinematografiche, sia oggi uno degli attori italiani più efficaci e completi”. (Alessandro Gassman).
Teatro Diana
Via Luca Giordano 64
Venerdì 8 novembre: ore 21
Sabato 9 novembre: ore 21
Domenica 10 novembre: ore 18

LE CINQUE ROSE DI JENNIFER AL TEATRO BELLINI

Ultime repliche per Le cinque rose di Jennifer di Annibale Ruccello, magistralmente interpretato da Daniele Russo e Sergio Del Prete, con la regia di Gabriele Russo. Jennifer è un travestito romantico che abita in un quartiere popolare della Napoli degli anni ‘80. Chiuso in casa per aspettare la telefonata di Franco, l’ingegnere di Genova di cui è innamorato, gli dedica continuamente Se perdo te di Patty Pravo alla radio che, intanto, trasmette frequenti aggiornamenti sul serial killer che in quelle ore uccide i travestiti del quartiere. Gabriele Russo affronta per la prima volta un testo di Ruccello – scegliendo il più simbolico, quello che nel 1980 impose il drammaturgo all’attenzione di pubblico e critica.
Teatro Bellini
Via Conte di Ruvo 14
Venerdì 8 novembre: ore 21
Sabato 9 novembre: ore 19
Domenica 10 novembre: ore 18

Foto di Dilio Lambertini
AL TEATRO AUGUSTEO PEPPE BARRA
CON I CAVALLI DI MONSIGNOR PERRELLI

Peppe Barra protagonista, al Teatro Augusteo, con lo spettacolo “I cavalli di Monsignor Perrelli”, scherzo in musica in due tempi, di Peppe Barra e Lamberto Lambertini, che cura anche la regia; con Patrizio Trampetti, e con Luigi Bignone ed Enrico Vicinanza. Le scene sono di Carlo De Marino, I costumi di Annalisa Giacci, le musiche di Giorgio Mellone. La decisione di riproporre questo spettacolo nasce dal desiderio di Peppe Barra e Lamberto Lambertini, dopo troppi anni di separazione, di lavorare nuovamente insieme. La scelta è caduta sull’antico Monsignore, perché questa giocosa, surreale, originale opera è un’incredibile materia prima, ancora aperta per una rinnovata messa in scena. Uno scherzo in musica nei canoni e nello stile comico ed elegante della commedia all’antica italiana. Uno spettacolo dal meccanismo antico e comicissimo. Una prova d’amore verso l’arte del teatro.
Ph Credit: Dilio Lambertini.
Teatro Augusteo
Piazzetta Duca D’Aosta 263
Venerdì 8 novembre: ore 21
Sabato 9 novembre: ore 21
Domenica 10 novembre: ore 18

TOUR ALLA SCOPERTA DEL RIONE SANITÀ E DEI VERGINI

L’esperienza unica di un’emozionante visita guidata dal Rione Sanità ai Vergini con il Cimitero delle Fontanelle, la Basilica di Santa Maria alla Sanità, Palazzo Sanfelice e Palazzo dello Spagnolo. Appuntamento davanti al Cimitero delle Fontanelle, situato in una vecchia cava di tufo nel cuore del rione Sanità. Un antico ossario destinato a seppellire le salme dei cittadini meno abbienti che non trovavano posto nelle pubbliche sepolture delle chiese, rimase abbandonato fino al 1872, quando gli oltre 40.000 resti furono messi in ordine e sistemati nei lunghi corridoi.
La visita guidata continuerà con la Basilica di Santa Maria alla Sanità, uno dei principali esempi del Barocco napoletano, anche conosciuta come Chiesa di San Vincenzo ‘O Munacone (il monacone), con la sua maestosa cupola decorata da maioliche gialle e verdi e un affresco risalente al V-VI secolo d.C. che rappresenta la più antica immagine della Madonna a Napoli.
La passeggiata condurrà i partecipanti a Palazzo Sanfelice, simbolo del passato nobiliare della Sanità, nota un tempo per la salubrità dell’aria e le guarigioni quasi miracolose che avvenivano in zona. Il tour si concluderà con il Palazzo dello Spagnolo, uno dei più belli di Napoli, perfetto esempio di architettura barocca, che si incontra al numero 18 di via Vergini . Riconoscerlo è semplice: anch’esso è stato scenario di molte pellicole, ultima delle quali I Bastardi di Pizzofalcone, dove appaiono più volte le famosissime scale.
Cimitero delle Fontanelle
Via Fontanelle 80
Domenica 10 novembre: ore 11.00 (appuntamento alle 10.45 davanti all’ingresso del Cimitero)
Prenotazione obbligatoria: 3341119819 (Ilaria) – prenotazioni@viverenapoli.com

MIRÒ. IL LINGUAGGIO DEI SEGNI AL PAN

Il mondo fantastico, onirico, febbrilmente creativo di Joan Miró in mostra al PAN Palazzo delle Arti Napoli. Un’esposizione straordinaria, promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e organizzata dalla Fondazione Serralves di Porto con C.O.R. Creare Organizzare Realizzare, A cura di Robert Lubar Messeri, professore di storia dell’arte all’Institute of Fine Arts della New York University, e sotto la preziosa guida di Francesca Villanti, direttore scientifico C.O.R., il percorso espositivo riunisce ben ottanta opere tra quadri, disegni, sculture, collage e arazzi, tutte provenienti dalla straordinaria collezione di proprietà dello Stato portoghese in deposito alla Fondazione Serralves di Porto. Le opere esposte coprono il lungo arco della produzione artistica di Miró, dal 1927 al 1981, dando a cittadini e turisti la grande opportunità di ammirare una collezione davvero unica al mondo.
PAN Palazzo delle Arti Napoli
Via dei Mille 60
Fino al 23 febbraio
Tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30
Info e prenotazioni: 3341324281 oppure 0817958601
info@mostramironapoli.it

BRANDING DALÍ. LA COSTRUZIONE DI UN MITO A PALAZZO FONDI

Una mostra inconsueta, ricca di sorprese. Organizzata da LelesArt, in collaborazione con con-fine edizioni e Me-diterranea Art, con il patrocinio del Comune di Napoli, Branding Dalí. La costruzione di un mito è a cura di Alice Devecchi e mette in luce l’operazione di branding di se stesso, attuata dal genio catalano durante tutta una vita, in anticipo sulla definizione medesima di brand. Allestita a Palazzo Fondi in centro storico, la mostra prende in considerazione una produzione sicuramente meno nota al grande pubblico, che, tuttavia, aiuta a capire come il processo di “dalinizzazione”, perseguito insistentemente dal grande surrealista, si servisse di canali che esulano dall’ambito auratico dell’arte pittorica tradizionalmente intesa. Da ammirare preziosi esempi delle sue poliedriche creazioni in ambito di arti applicate, in un percorso che va dagli anni Cinquanta agli anni Ottanta: pregiate serie grafiche, manifesti, libri, oltre ad oggetti in porcellana, vetro, argento, terracotta, per un insieme di più di 150 opere, provenienti dalle collezioni della società francese Mix’s Art.
Palazzo Fondi
Via Medina 24
Fino al 2 febbraio
Da martedì a domenica e i festivi dalle 10 alle 20
25 dicembre: Chiuso
1 gennaio: dalle 15 alle 20

WORLD PRESS PHOTO EXHIBITION 2019 AL MANN

Il grande fotogiornalismo incontra l’arte classica: è il Museo Archeologico Nazionale di Napoli ad ospitare a Napoli World Press Photo Exhibition 2019 che porta in cento città e più di 45 Paesi le opere finaliste da tutto il mondo. Nell’atrio del MANN apre il percorso di 144 foto la Photo of The Year 2019: Crying Girl on the Border di John Moore (Getty Image), immagine di una bambina honduregna di due anni che piange disperatamente mentre sua madre viene perquisita da un agente della polizia di frontiera.
Museo Archeologico di Napoli
Piazza Museo 19
Venerdì 8 novembre / Sabato 9 novembre / Domenica 10 novembre: dalle 9.30 alle 19.30

FUORI NAPOLI // BIAGIO IZZO IN TARTASSATI DALLE TASSE AL TEATRO LENDI

Un week end fuori abbonamento per Biagio Izzo che, con l’anteprima nazionale di Tartassati dalle tasse scritto e diretto da Eduardo Tartaglia, ha aperto la stagione 2019/2020 al Teatro Lendi. Lo spettacolo porta in scena la storia di Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, che da nipote e figlio di baccalaiuolo si ritrova ora proprietario orgoglioso di un ristorante internazionale di sushi all’ultima moda. Dopo tanti sacrifici, avrebbe voluto ora godersi anche un po’ la vita; magari anche grazie a qualche piccola “furbizia” di contribuente. Si ritroverà, invece, in balia di mille peripezie e problemi. E, soprattutto, costretto a risolvere il quesito che angustia la stragrande maggioranza di noi: com’è possibile che due parole che da sole evocano così tanta bellezza: “Equità” e “Italia”, quando si uniscono si contraggono dolorosamente, come chi è in preda alla più dolorosa delle coliche addominali?
Teatro Lendi
Via A. Volta 176
(Strada provinciale Grumo Nevano-Sant’Arpino)
Sabato 9 novembre: alle 21
Domenica 10 novembre: alle 18