Pop rap anglonapoletano, Stefano Gargiulo firma Glory, inno di apertura di Universiade 2019

0
220

“Senti il calore che scalda la terra, questa è energia vulcanica. Bandiere al cielo, comincia la festa, ho il cuore in gola già che scalpita. Cerca la gloria, nella vittoria e poi Partenope ti premierà…”. Sono i primi versi delle note che hanno accompagnato la cerimonia inaugurale di accensione della Torcia della 30^ Summer Universiade Napoli 2019, ieri a Torino, prima tappa di un percorso che vedrà la Torcia fare il suo ingresso a Napoli il 2 luglio.

“Glory” è il titolo del brano – che alterna inglese e napoletano, pop e rap – scritto da Stefano Gargiulo, trentottenne compositore di Napoli. “Vivo di musica e fortunatamente lavoro di questa passione. Spesso ho raccontato tramite la mia musica, la Napoli genuina. Riuscendo ad arrivare in America, Portogallo, Parigi, Spagna ed altre città, con riconoscimenti e premi vari – racconta emozionato Gargiulo. “Quando seppi dell’Universiade a Napoli, ho provato a scrivere una canzone. Così ho contattato la Dottoressa AnnaPaola Voto del Comitato Organizzatore ed è nata subito un’intesa artistica. Ho coinvolto nel progetto i miei amici per le voci, “Andrea Cavallaro” – “Marta Carbone“ – “Gaia Lena Cota” – “Rapper Giovanni Marigliano in arte Joe Mallo” – “Consiglia Morone” – “Alessandro Romano” – “Alfredo D’Ecclesiis”. Abbiamo concepito il jingle dell’Universiade Napoli 2019 nella stanza di casa mia a Capodimonte. Una volta ultimata la canzone, dall’energia ed il sound del brano, il titolo è nato spontaneo: “Glory”.

Glory farà da sottofondo anche alla prossima tappa, Losanna, dove la torcia arriverà domani giovedì 6 giugno, per rendere omaggio alla città che ospita il quartier generale della FISU.

https://youtu.be/NI8A7bdOHJU