Non aveva precedenti penali il signor Antonio Loffredo, 59 anni, arrestato dalla Guardia di Finanza sulla Tangenziale di Napoli con 33 kg di cocaina nascosti sotto i sedili dell’auto e occultati da un pannello telecomandato.

Con lui la moglie, giudicata però estranea ai fatti e solo destinataria di denuncia a piede libero.

I coniugi trasportavano 28 panetti di droga provenienti dall’Olanda. Il carico si trovava in due doppi fondi realizzati artigianalmente sotto i sedili posteriori dell’automobile.

Nell’abitacolo i finanzieri hanno rinvenuto il telecomando che attraverso frequenza radio azionava l’apertura del cassetto segreto.

Ad effettuare l’operazione i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria con l’ausilio dei “Baschi Verdi” del Gruppo Pronto Impiego. Altri particolari li ha forniti il colonnello Giuseppe Furciniti, comandante del Gico di Napoli.