I “Peccati Immortali” di Cazzullo e Roncone, più che un libro una profezia

0
603

Più che un libro una profezia. Dalla penna di due giornalisti del Corriere della Sera, Fabrizio Roncone e Aldo Cazzullo, nasce “Peccati Immortali”. Un giallo sull’Italia che immagina vicende che sono accadute puntualmente. Come la caduta di Salvini e il governo tra Pd e M5S. Edito da Mondadori il volume è stato presentato, con gli autori, dal direttore del Mattino, Federico Monga, dall’editorialista Marco De Marco e dal direttore del Corriere del Mezzogiorno, Enzo d’Errico nella sala della libreria Feltrinelli di piazza dei Martiri a Napoli.

Il giallo che rappresenta la trama del romanzo coinvolge il cardinale Michelangelo Aldrovandi, uno conservatore ad esseri conquistato la fiducia del Papa che viene trovato morto in circostanze oscure. Ma lo scandalo viene messo a tacere. Dal verosimile alla verità, quel sottile filo che Roncone e Cazzullo superano come equilibristi sulla corda tesa a decine di metri d’altezza.