Riparte da un record conquistato in piena fase uno e a cancelli rigorosamente sbarrati: il museo archeologico nazionale di Napoli è stato riconosciuto come piattaforma Facebook più attiva d’Italia.

Questo grazie ad una serie di incontri virtuali che hanno svelato i segreti delle grandi collezioni custodite, a partire dalla Magna Grecia fino alla sezione egizia e ai tesori di Pompei, che hanno catturato l’attenzione di oltre 150 mila visitatori con ben 63 mila interazioni solo nel mese di marzo.

Una vera e propria strategia antivirus quella messa in campo dal direttore del Mann, Paolo Giulierini che svela la data di apertura del museo, questa volta con il pubblico vero, e anticipa le novità previste per il mese di maggio.