Due anni dopo Ischia ricorda il suo terremoto; questa sera con una messa ed una fiaccolata l’isola celebrerà il secondo anniversario del sisma agostano che fece 2 morti e numerosi danni.

Un sisma che comportò la fuga di migliaia di turisti ed il crollo delle prenotazioni per i mesi successivi ma che ha significato pure polemiche roventi sul diffuso abusivismo edilizio e sui diversi condoni succedutisi negli anni, che hanno sanato parte degli abusi e costituiranno uno dei criteri che disciplineranno la ricostruzione, per la quale sono stati stanziati i 37 milioni del fondo di emergenza.

Sulla ricostruzione è impegnato Giovanbattista Castagna, sindaco di Casamicciola, il comune più colpito: “Oggi abbiamo tenuto una riunione con Schilardi, a breve emetteremo l’ordinanza che darà ufficialmente il via all’iter della ricostruzione. Un buon risultato anche se ci vorranno tempi lunghi; grazie alla microzonazione per la prima volta sappiamo cosa abbiamo sotto ai piedi e come e dove procedere”.