Nella prima domenica di Quaresima, in ogni Chiesa si tengono momenti di preghiera e riflessione per i detenuti e momenti di sensibilizzazione verso le problematiche della reclusione.

Anche la Chiesa di Napoli ha partecipato alla giornata con una messa solenne celebrata dall’Arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe, nella Chiesa Cattedrale con la partecipazione dei Cappellani delle Carceri, con i Detenuti e i loro Familiari, con i quali l’Arcivescovo si è fermato al termine della Messa per un momento di fraternità.

Sepe ha sottolineato l’importanza di passare dalla reclusione alla inclusione, guardando e trattando le persone che scontano una pena in carcere come uomini tutti uguali, che hanno diritto alla vita, all’istruzione e a realizzare una vita degna, perchè la dignità della persona umana va sempre rispettata.