Condannata “Napoli Sotterranea”, parla Alessandra la guida che lavorava a nero

0
746

Napoli sotterranea dovrà risarcire con 81 mila euro Alessandra, la giovane che come guida turistica aveva lavorato per la onlus di piazza san Gaetano senza regolare contratto.

In primo grado, il giudice del Lavoro ha dato ragione ad Alessandra a quasi due anni dalla presentazione del ricorso.

Con lei altre sedici persone aspettano la decisione della magistratura competente

Alessandra questa mattina ha voluto partecipare ad un’iniziativa organizzata dai ragazzi del centro sociale Ex opg di Materdei: a distanza di due anni, giorno in cui venne denunciata l’anomalia nei rapporti di lavoro all’interno dell’importante sito turistico, nel centro storico sono quindi rispuntati i fantasmi del lavoro che hanno celebrato la vittoria contro il patron della onlus, Vincenzo Albertini.