Maggio dei Monumenti, al Nest il clou dell’ultima settimana

0
192
L’ultima settimana del Maggio dei Monumenti “Giordano Bruno 20/20: la visione oltre la catastrofe”, organizzato dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, si apre con “Da nessun limite costretto”, progetto della Compagnia Nest, in tre movimenti, in tre serate differenti (25, 26, 27 maggio ore 20.30), dedicate alla figura mitica del filosofo nolano Giordano Bruno, che coinvolgono l’intero quartiere di San Giovanni a Teduccio, nel rispetto delle modalità indotte dai vari decreti governativi. Si comincia il 25 maggio, alle 20.30 con la proiezione, sulle facciate di uno dei palazzi del quartiere, del film di Giuliano Montaldo“Giordano Bruno”, interpretato da Gian Maria Volontè. Il 26 maggio protagonista è Michele Ciliberto, massimo studioso di Giordano Bruno, che terrà un incontro, in diretta streaming, dedicato al filosofo dal titolo “Il sapiente furore”. Si conclude il 27 maggio, alla stessa ora, con la proiezione di opere di Roberta Pugno, artista altoatesina, romana d’adozione, che ha dedicato al geniale filosofo un intero ciclo pittorico dal titolo: “Giordano Bruno vita rilucente”. Molte delle sue composizioni sono dedicate al pensiero di Bruno e vanno inquadrate in un percorso di ricerca che si basa sull’approfondimento costante di temi in cui si intrecciano filosofia, storia, letteratura e antropologia.

Il programma dell’ultima settimana

Lunedì 25 maggio
Ore 11.00
GIORDANO BRUNO …LA FAVOLA!
A cura di NWM Network
“Giordano Bruno, filosofo di un altro mondo”, è una favola ecologista rivolta a bambini e adolescenti che mira a sensibilizzare sul tema dello sfruttamento dell’ambiente partendo dal presupposto che la natura non è eterna.
Ore 12.30
Pillola poetica n. 23 – a cura di Poesie Metropolitane
Ore 15.00
Le Cuntastroppole giocano con Il Candelaio, ovvero “Non comprendo tutto ciò che sono”.
Rassegna che propone tre lezioni spettacolo in cui le cuntastroppole entrano nelle maglie del testo bruniano ripercorrendo la figura della narratrice di area campana e il suo rapporto con l’uditorio, dal ‘600 ai giorni nostri.
Ore 16.00
Processo al pensiero – Giordano Bruno
a cura di Braveman Productions
Personaggi e Interpreti: Giordano Bruno: Bruno Barone
Cardinale Sartori: Giuseppe Giannelli
Cardinale Nuzio: Gregorio Del Prete
Cardinale Bellarmino: Ivan Improta
Frate Tragagliuolo: Giovanni Esposito
Papa Clemente VIII: Leonardo Ruben Mazza
Ore 18.00
“Trilogia degli infiniti mondi”- Terzo movimento
Performance di Antonello Cossia, Raffaele Di Florio, Riccardo Veno Ore 20.30 – San Giovanni a Teduccio
“Da nessun limite costretto” – Primo movimento
NEST Napoli Est Teatro
Proiezione del film di Giuliano Montaldo, “GIORDANO BRUNO”, interpretato da Gian Maria Volontè.

Martedì 26 maggio
Ore 11.00
Fendo i cieli e all’infinito m’ergo
Con Alessandra Pagliano
A cura di Ulderico Dardano
Ore 12.30
Pillola poetica n. 24 – a cura di Poesie Metropolitane
Ore 15.00
Una Fantastica – Dialogo a San Domenico Maggiore
Paolo Do, Salvatore Lacagnina
Ore 16.00
I Tesori dimenticati di Napoli. Dipingi e colora
A cura di Arte Running
Ore 18.00 – Maschio Angioino
“Ascoltando Giordano Bruno”
(terzo incontro)
A cura dell’Associazione Culturale IVI
Direzione/editing: Francesco Afro de Falco
Letture: Annalisa Direttore
Testi: Salvatore Forte
Fotografia: Mauro Palumbo
Ore 20.00
Anatomia dell’Assenza – Ep.1: l’Anima dell’universo
A cura di Teatri Associati Napoli e Interno 5
Ore 20.30 – San Giovanni a Teduccio
“Da nessun limite costretto” – Secondo movimento
NEST Napoli Est Teatro
Incontro in streaming con Michele Ciliberto, massimo studioso di Giordano Bruno, dal titolo “Il sapiente furore”. Proiezione sulle facciate di alcuni palazzi di San Giovanni di frasi celebri del filosofo che racchiudono il suo pensiero rivoluzionario, accompagnate da musica.

Mercoledì 27 maggio
Ore 11.00
Storie di bambine ribelli n. 4
A cura di Teatro nel baule
Ore 12.30
Pillola poetica n. 25 – a cura di Poesie Metropolitane
Ore 15.00
Meditazioni per un ideale abitare-futuro
Un’operazione di Teatringestazione
Direzione Gesualdi | Trono
Dramaturg Loretta Mesiti
3 appuntamenti con Dario Gentili (filosofo, insegna Filosofia Morale all’Università Roma Tre), Isabella Bordoni (poetessa, artista e curatrice indipendente), Pietro Gaglianò (critico d’arte e curatore indipendente), Renato Grieco (compositore e musicista). Il pensiero si fa materia sonora, fluisce di stanza in stanza, disegna l’habitat poetico che accoglie lo spettatore.
Ore 16.00
“Il coraggio di essere eretici”
Rassegna “Giordano Bruno in-canto”
A cura dell’Associazione Culturale Napoli Tour In-canto
Con la presidente Mariangela Baldoni e Lucia Franco guida turistica della Regione Campania.
Ultimo periodo della vita di Giordano Bruno e l’importanza della scienza come strumento per essere sempre curiosi nei confronti del mondo e combattere dogmi imposti e narcotici per il popolo. Cammeo Musicale La morte di Giordano Bruno e la blasfemia: Il Blasfemo Fabrizio De Andrè.
Ore 18.00
I luoghi della tradizione ermetica di Giordano Bruno
Prof. Sigfrido E. F. Höbel
a cura di Stamperia del Valentino
ore 20.00
Anatomia dell’Assenza – Ep.2: Gravitare
a cura di Teatri Associati Napoli e Interno 5
ore 20.30 – San Giovanni a Teduccio
Da nessun limite costretto – Terzo movimento
NEST Napoli Est Teatro
Una mostra proiettata sui palazzi di San Giovanni, di opere di Roberta Pugno, artista altoatesina romana d’adozione, che ha dedicato al geniale filosofo un intero ciclo pittorico dal titolo: “Giordano Bruno vita rilucente”.

Giovedì 28 maggio
Ore 11.00
Visioni Bruniane – Capitolo 3
a cura di Giovanni Covone, docente di astrofisica Università Federico II
Ore 12.30
Pillola poetica n. 26 – a cura di Poesie Metropolitane
Ore 15.00
Meditazioni per un ideale abitare-futuro
Un’operazione di Teatringestazione
Direzione Gesualdi | Trono
Dramaturg Loretta Mesiti
3 appuntamenti con Dario Gentili (filosofo, insegna Filosofia Morale all’Università Roma Tre), Isabella Bordoni (poetessa, artista e curatrice indipendente), Pietro Gaglianò (critico d’arte e curatore indipendente), Renato Grieco (compositore e musicista). Il pensiero si fa materia sonora, fluisce di stanza in stanza, disegna l’habitat poetico che accoglie lo spettatore.
Ore 16.00 – Diretta streaming
“I luoghi dell’eresia e l’ortodossia” con Amedeo Colella
Ore 17.00
“Perché leggere Giordano Bruno? L’attualità di un pensiero a venire in Brasile, Francia, Spagna e Italia”
A cura del prof. Nuccio Ordine
Quattro illustri studiosi risponderanno a questi interrogativi, ripercorrendo la fortuna di Bruno nel loro Paese.
Ore 18.00 – Museo e Certosa di San Martino
In collaborazione con la Direzione regionali Musei Campania
Conversazioni sul Seicento
A cura di Pietà dei Turchini
In occasione della pubblicazione del volume edito da Turchini Edizioni, Napoli 2019, “Storia della Musica e dello Spettacolo a Napoli: il Seicento”
Terzo Appuntamento San Martino e Palazzo Reale
Pierluigi Ciapparelli e Francesco Nocerino
Scenografia e strumenti musicali alla corte dei viceré.
Il Seicento musicale a Napoli si distingue come una florida stagione di produzione di strumenti musicali di squisita bellezza e di straordinaria fattura, periodo nel quale meravigliosamente si combinano qualità tecnologiche con esigenze estetiche, per rispondere alle richieste sempre più ampie ed esigenti di una utenza raffinata ed esperta. Attraverso la proposta anche di documenti, oggetti ed esempi musicali verranno presentati soprattutto gli abili artigiani che rappresentarono la produzione di strumenti musicali a Napoli al tempo dei viceré
Ore 20.00 – Complesso di San Domenico Maggiore
Rosaria De Cicco

Venerdì 29 maggio
Ore 11.00
Storie di bambine ribelli n. 5
A cura di Teatro nel baule
Ore 12.30
Pillola poetica n. 27 – a cura di Poesie Metropolitane
Ore 15.00
Meditazioni per un ideale abitare-futuro
Un’operazione di Teatringestazione
Direzione Gesualdi | Trono
Dramaturg Loretta Mesiti
3 appuntamenti con Dario Gentili (filosofo, insegna Filosofia Morale all’Università Roma Tre), Isabella Bordoni (poetessa, artista e curatrice indipendente), Pietro Gaglianò (critico d’arte e curatore indipendente), Renato Grieco (compositore e musicista).
Il pensiero si fa materia sonora, fluisce di stanza in stanza, disegna l’habitat poetico che accoglie lo spettatore.
Ore 16.00
All’ombra del Cerriglio – II° performance
Da una collaborazione tra il Centro Studi “Giorgio La Pira”-APS di S. Giorgio a Cremano e
L’Ensemble FA…RE SOL Musica”.
Giunto a Napoli nel 1562, nella zona del porto, il giovane Filippo, nome di nascita Giordano Bruno, si perde nel dedalo di strade cittadine dove, ad ogni angolo, allegre musiche polifoniche lo accolgono, le “villanelle”. Incontra ragazzi che giocano, animali che si rincorrono, “nenna” che fa il pane, una fanciulla alla fontana, una donna che ride, amanti che litigano, vecchiette che cofecchiano.
Voci del popolo, narrazioni e sonetti del filosofo saranno a fondamento della parte testuale.
Ore 17.00
“Perché leggere Giordano Bruno? L’attualità di un pensiero a venire in Brasile, Francia, Spagna e Italia”.
A cura del prof. Nuccio Ordine
Quattro illustri studiosi risponderanno a questi interrogativi, ripercorrendo la fortuna di Bruno nel loro Paese.
Ore 18.00
Giordano Bruno. Come leggere un intellettuale del secondo ’500 .
A cura della Società Napoletana di Storia patria.
Interventi di Renata De Lorenzo, Giovanni Muto, Tobia Toscano, Elisa Novi, Fancesco Divenuto, Andrea Zezza.
Ore 20.00
“Restauratio Neapolis 20/20. La Favola di Ercole e la Visione contro le Catastrofi”
A cura dell’Associazione Annalisa Durante
In collaborazione con I Teatrini e Asso.Gio.Ca.
Per la regia di Elviro Langella e Giuseppe Perna si esibiranno: Veronica Mazza, Cristina Messere, Carlo Faiello, Fiorenza Calogero, i Damadakà, Fabio Esposito ed Ivan Rottino, con la partecipazione di Tullia Matania, Vittorio Del Tufo, Antonella Notturno ed i giovani coinvolti nei gemellaggi artistici tra Forcella ed altre località italiane.
La performance consiste nella rappresentazione artistica di un percorso di rinascita sociale e culturale di Forcella, basata sul recupero delle antiche memorie della Regione Ercolense e sul potere dell’arte rigeneratrice, quale mezzi evocativi di una Visione contro le Catastrofi. Il mito di Diana e Atteone, La Favola di Ercole e la Meridiana dell’Incontro sono le tappe del Viaggio proposto per la “Restauratio Neapolis”, ispirato dal pensiero riformatore di Giordano Bruno e culminante con la performance musicale “Festa d’’o sole”.
Ore 21.00
“Trilogia degli infiniti mondi”- La Trilogia completa
Performance di Antonello Cossia, Raffaele Di Florio, Riccardo Veno
Sabato 30 maggio
Ore 11.00 – Complesso di San Domenico Maggiore, Sala del Capitolo
Musiche da film
Mariano Lucci, clarinettista del Teatro San Carlo
Ore 12.30
Pillola poetica n. 28 – a cura di Poesie Metropolitane
Ore 15.00
La neve sul Vesuvio
Ispirato all’omonimo romanzo di Raffaele la Capria
A cura de Il Pozzo e il Pendolo
Ore 16.00
“Mai più rifiuti inutili, creiamo insieme una compostiera domestica”
A cura di Retake Napoli
Catastrofe: un evento che sconvolge le nostre vite, che crea disagi significativi e che ridefinisce il nostro futuro. Dai virus agli alluvioni, passando per estinzioni ed incendi infiniti, il nostro pianeta Terra ci sta mostrando quali sono le conseguenze delle azioni dell’uomo, in questa nuova era chiamata dagli scienziati antropocene. Per la prima volta nella storia l’impronta dell’uomo plasma la forma e le caratteristiche del nostro ecosistema, apportando delle modifiche irreversibili. Come affrontare tutto questo? Come agire sia a livello macro che micro? Cosa possiamo fare nel nostro quotidiano? Scegliere consapevolmente tutti i giorni cosa acquistare e compiere differentemente gesti abituali. Tutti i giorni la regione Campania subisce dall’unione europea una multa salatissima (€110.000) per non aver completato il proprio ciclo di gestione dei rifiuti. In particolar modo il materiale organico viene trasportato sino in Veneto poiché non vi sono sufficienti impianti atti alla trasformazione dei residui organici in concime naturale. Nell’attesa della costruzione di questi ultimi, vi mostreremo come poter contribuire di persona, realizzando una compostiera domestica.
Ore 17.00
“Perché leggere Giordano Bruno? L’attualità di un pensiero a venire in Brasile, Francia, Spagna e Italia”
a cura del prof. Nuccio Ordine
Quattro illustri studiosi risponderanno a questi interrogativi, ripercorrendo la fortuna di Bruno nel loro Paese.
Ore 18.00
All’ombra del Cerriglio – III° performance
Da una collaborazione tra il Centro Studi “Giorgio La Pira”-APS di S. Giorgio a Cremano e L’Ensemble FA…RE SOL Musica”.
Stordito dai suoni della città di Napoli, all’ombra di un cerriglio, il giovane Filippo si ferma a riposare e riordinare le idee. Dopo aver incontrato delle lavandaie e dei giovani danzatori, si rimette in cammino. Una musica celestiale lo invita ad entrare nella chiesa di San Domenico Maggiore, dove si ferma per iniziare gli studi in teologia e filosofia e prenderà poi, i voti col nome di GIORDANO BRUNO. Sonetti e pensieri del filosofo dalla voce recitante di Antonio Bruno.
Ore 20.00
Anatomia dell’Assenza – Ep.3: Il Peso del Mondo
A cura di Teatri Associati Napoli e Interno 5
Domenica 31 maggio
Ore 11.00
Storie di bambine ribelli n. 6
A cura di Teatro nel baule
Ore 12.30 Pillola poetica n. 29 – a cura di Poesie Metropolitane
Ore 17.00
“Perché leggere Giordano Bruno? L’attualità di un pensiero a venire in Brasile, Francia, Spagna e Italia” a cura del prof. Nuccio Ordine Quattro illustri studiosi risponderanno a questi interrogativi, ripercorrendo la fortuna di Bruno nel loro Paese.
Ore 18.00 – Maschio Angioino
Emilia Zamuner e Carlo Lomanto in “A Cappella Project”
A cura della Fondazione Franco Michele Napolitano
Ore 20.00
Il processo a Giordano Bruno. Terza parte.
Legge Orazio Cerino. Ideazione di Mirko Di Martino. Tratto dalla biografia di Vincenzo Spampanato. Produzione Teatro dell’Osso e Teatro TRAM