Maurizio Costanzo, giornalismo, massoneria e Tv: una vita sotto i riflettori

0
5238
Maurizio Costanzo giovane

Maurizio Costanzo, giornalismo, massoneria e Tv: una vita sotto i riflettori. Il re dei talk show, che si è spento oggi, era anche un grande paroliere. Sceneggiatore, produttore ma anche consulente d’oro: la Telecom gli pagò 7milioni di euro per una prestazione professionale. Oltre ad avere interpretato se stesso in una nota pubblicità di camice, circostanza singolare per un giornalista,.

LA MASSONERIA

Nel 1980, il suo nome appare nella lista dei massoni legati a Licio Gelli. Aveva, secondo l’elenco in cui la tessera aveva il numero 1819 nel fascicolo 626, la qualifica di Maestro. All’epoca Costanzo era direttore del neonato telegiornale che andava in onda su PIN. Era la prima rete privata nazionale il format si chiamava Contatto. All’inizio Costanzo nega, o meglio sostiene di essere stato iscritto a sua insaputa. Poi in un’intervista a Giampaolo Pansa su Repubblica ammette. E deve rifarlo durante il processo in Corte d’Assise, cova i capi della massoneria italiani sono accusati di cospirazione. Pochi mesi prima della scoperta dell’elenco Costanzo aveva realizzato un’intervista al gran maestro Licio Gelli, pubblicata dal Corriere della Sera.

IL CORDOGLIO DI GIORGIA MELONI

“Ci lascia una icona del giornalismo e della tv. Grazie per aver portato nelle case degli italiani cultura, simpatia e gentilezza”. Scrive su Twitter la premier Meloni.

IL CORDOGLIO DI DE LUCA

“Addio a Maurizio Costanzo, giornalista, conduttore, padre del moderno talk show italiano. È stato uno dei volti e un grande innovatore nella storia della nostra televisione”. Lo afferma sui social il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. “Ha saputo unire – ha proseguito De Luca – l’informazione con l’intrattenimento, in maniera sempre garbata e mai sopra le righe. Aveva capito l’importanza che aveva nella nostra società fare informazione in maniera corretta e per questo aveva dedicato parte della sua attività ad insegnare la comunicazione ai giovani. Lascia un grande vuoto. Le nostre condoglianze alla famiglia e ai suoi cari”.