Era andata a trovare la figlia affidata dal tribunale dei minori a una casa famiglia. Approfittando di un momento di distrazione degli operatori si è allontanata portando con sé la bambina.

E’ accaduto ieri in una comunità gestita da religiose a Meta di Sorrento, in provincia di Napoli.
La piccola, di 3 anni, era stata tolta alla madre – una cittadina rom senza fissa dimora – per le precarie condizioni igienico-sanitarie in cui viveva.

La mamma aveva il diritto di incontrarla una volta alla settimana, e ieri, durante una di queste visite, ha portato via la piccola.
Blindata la penisola sorrentina e posti di blocco sulla Statale in direzione Castellammare.
Fermate tutte le auto per provare a intercettare la vettura con cui è fuggita la donna.

Con ogni probabilità ad aspettarla fuori alla struttura, a cui vengono affidati bambini con problemi familiari o in attesa di adozione, c’erano dei complici che l’hanno aiutata.
La caccia anche oggi si fa serrata per impedire che con il passare delle ore i responsabili facciano perdere le loro tracce e rendano più complesse le ricerche.

Molti gli uomini dei carabinieri impegnati, ma ancora non si sa molto della bambina la cui storia è coperta dal riserbo investigativo.