Undici anni alla scoperta delle nuove frontiere delle energie rinnovabili,seguendo ostinatamente la strada dello sviluppo sostenibile delle imprese e dell’impatto ambientale minimo delle famiglie sull’ambiente. EnergyMed, la Mostra Convegno sulle Fonti Rinnovabili e l’Efficienza Energetica, dopo aver chiuso la sua prima decade, riparte dai 20.000 visitatori del 2017 e volta pagina con la sua XI edizione dal 5 al 7 aprile alla Mostra d’Oltremare, per condividere con rinnovato entusiasmo esperienze e prospettive con le aziende leader del settore, gli enti locali, le start up innovative e i cittadini le innovazioni legate al solare, all’eolico, alle caldaie ad alta efficienza e a biomasse, al recupero di materia ed energia dai rifiuti, ai veicoli a basso impatto ambientale e ai servizi. Tutto questo avverrà nelle quattro sezioni dedicate all’efficienza energetica “EnerEfficiency”, al riciclo “Recycle”, alla mobilità sostenibile “Mobility” e all’automazione “Automation”. Un impegno coinvolgente quello di EnergyMed che da quest’anno apre le proprie porte a tutti con l’ ingresso gratuito.

Con Horizon 2020 che si avvia alla sua fase più concreta, Energymed sceglie di inaugurare l’edizione 2018 con una mattina dedicata ai “Finanziamenti nazionali ed europei 2014-2020: un’opportunità di crescita per il Mezzogiorno”. Il convegno nasce dall’idea di descrivere ed esplorare i sistemi per finanziare e realizzare progetti di risparmio energetico. “Una scelta di concretezza – spiega Michele Macaluso, direttore di Anea e organizzatore di EnergyMed – perché sviluppo sostenibile e creazione di posti di lavoro di qualità a livello locale sono priorità politiche e strategiche condivise ormai in Europa a tutti i livelli di Governo.L’Unione Europea, lo Stato italiano e le Regioni offrono infatti numerose opportunità di finanziamento che con la giusta guida possono essere colti”. L’incontro vedrà la partecipazione di rappresentanti del Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, ed al termine sarà possibile incontrare i Contact Point nazionali edesperti del settore che forniranno informazioni utili sui passaggi da compiere, i progetti che possono essere proposti, le modalità e le tempistiche di partecipazione con l’obiettivo di creare le migliori sinergie e sviluppare idee originali.

Ma il 5 aprile partono anche i convegni (in tutto sono 19 in tre giorni) e le iniziative delle aziende che hanno scelto EnergyMed per presentare le loro innovazioni. Si parte con il CasaClima Tourche porta a EnergyMedi tavoli tematici per ottenere una migliore efficienza domestica attraverso i protocolli previsti dalla certificazione dell’azienda bolzanina. Nuove sfide, digitalizzazione, PPA, consolidamento del mercato, sono invece i temi che affronterà il convegno del 5 aprile: “La nuova era del fotovoltaico italiano: dagli incentivi alla decarbonizzazione”, organizzato da EF Solare Italia, primo operatore di fotovoltaico in Italia che analizza la svolta in vista del settore che da un mercato nascente sostenuto da tariffe pubbliche si avvia verso un mercato maturo, che vuole trainare il processo di decarbonizzazione italiano. Ma la giornata inaugurale avrà anche uno spazio dedicato ai progetti per Napoli, con il convegno curato da Anea (Agenzia Napoletana Energia e Ambiente) “Pensieri e azioni per Napoli nel settore energetico e ambientale”.

Giovedì 5arriva a EnergyMed Francesco Sperandini, presidente e amministratore delegato di Gse(Gestore Servizi Energetici). Il capo dell’agenzia statale per l’energia sarà a disposizione delle aziende e dei rappresentanti degli enti locali per un question time sui finanziamenti per le fonti rinnovabili, i certificati bianchi e il conto termico.
EnergyMed anche quest’anno darà propulsione alla sua vocazione internazionale, con il Piano Export Sud dell’ICEsull’internazionalizzazione delle Pmi, che dà la possibilità agli espositori di allargare le proprie opportunità di business grazie ai matching con gli operatori dei paesi esteri. Saranno presenti operatori e principali rappresentanti delle imprese provenienti da Albania, Algeria, Arabia, Bosnia, Bulgaria, Cina, Croazia, Egitto, Erzegovina, Macedonia, Qatar, Romania, Saudita, Serbia, Tunisia e Turchia che incontreranno le imprese presenti in fiera per aumentare le opportunità di business. L’Ice porta a Napoli anche un seminario su“Strategie e strumenti per l’internazionalizzazione” destinato a PMI, cooperative, consorzi e reti di impresa di Campania, Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia. E la Regione Campania sarà in prima fila per le pmi con un convegno sui risultati del bando per il finanziamento delle diagnosi energetiche delle PMI della Campania. EnergyMed ospita quest’anno nei suoi 10.000 metri quadrati di aree espositive anche una mostra fotografica di Massimo Vicinanza, dedicata all’ambiente.