In occasione dell’anniversario della tragica morte di Annalisa Durante, vittima innocente di camorra, uccisa il 27 marzo del 2004 a Forcella, nel corso di una sparatoria tra malviventi, è stata organizzata questa mattina dagli studenti della scuola “Sauro – Errico – Pascoli” di Secondigliano un’iniziativa per ricordare le vittime innocenti della camorra.

“Un ulivo per un sogno”, questo il titolo dell’incontro. Un momento per fare memoria di quanti hanno perso la vita. In loro ricordo sono stati piantumati degli alberi di ulivo nel giardino della scuola dove i ragazzi hanno anche improvvisato un flash mob.

All’iniziativa hanno partecipato il papà di Annalisa, Giovanni Durante; il presidente dell’Associazione “Annalisa Durante“, Pino Perna; Rosario Esposito La Rossa, cugino di Antonio Landieri; Pasquale Scherillo, fratello di Dario; Maria Romanò, sorella di Attilio.

Ascoltiamo il dirigente scolastico, Piero De Luca e l’assessore a giovani dei comune di Napoli Alessandra Clemente.