La sfida al Caduti di Brema tra Napoli Calcio femminile e Sassuolo è terminata 1-0 per le neroverdi. Sconfitta di misura e con rammarico per le azzurre che restano ferme a 4 punti.
LA PARTITA

Dopo un primo tempo firmato Sassuolo, la formazione campana è venuta fuori meglio dopo l’intervallo. Come spesso accade, però, proprio nel momento migliore delle padrone di casa è arrivato il gol delle ospiti. A siglare la rete del vantaggio è stata Santoro al 58′. La squadra di Pistolesi è andata vicinissima al pareggio con Hjohlman su errore di Mihashi. Lemey, però, è stata brava in uscita bassa a sventare il pericolo. Ci ha riprovato, poi,  il Napoli, al 36’. Clamoroso, infatti, l’incrocio dei pali colpito da Kubassova con un tiro dai venticinque metri.  Da quel momento, tante mischie in area ospite, ma tutte risolte con sicurezza da Lemey, che con le sue mani, ha protetto fino all’ultimo minuto la vittoria delle Emiliane.

LE DICHIARAZIONI DI ALESSANDRO PISTOLESI
“Peccato perché ancora una volta avremmo meritato di più. Avremmo da recriminare su tante cose. Quanto successo fa tanto male quanto i tre punti persi. Non sono solito commentare gli episodi dubbi, ma stavolta la decisione dell’arbitro di non fischiare rigore su Rijsdijk dopo pochi secondi ci ha penalizzato notevolmente. Le immagini parlano chiaro. Probabilmente avremmo parlato di tutt’altra partita, anche perchè erano passati appena 10 secondi. Contro una signora squadra, abbiamo avuto le nostre occasioni e avremmo potuto pareggiare con un pizzico di fortuna in più. Ad oggi mi ritengo soddisfatto dell’approccio che ho riscontrato in queste quattro partite. Abbiamo giocato contro tre grandi: Roma, Fiorentina e Sassuolo. Con nessuna siamo usciti dal campo umiliati. Le ragazze stanno lavorando tanto e con grande consapevolezza dei propri mezzi. Servirebbe un episodio a favore affinché tutto diventi più facile. Non dobbiamo assolutamente perdere fiducia, anzi dobbiamo andare alla ricerca della scintilla che cambierà volto alla nostra stagione”.
Pistolesi non nega i meriti del Sassuolo, ma elogia la prestazione delle sue ragazze. Ora testa alla prossima gara.

1 commento

  1. […] “La salvezza passa sicuramente dalle prossime due gare interne. Il destino vuole che il mio incrocio personale sia con due squadre che conosco molto bene. Due realtà della mia terra, lo prendo come un segnale. Vuol dire che effettivamente la storia del Napoli passerà attraverso due avversari che per me rappresentano molto. Le ragazze stanno facendo un percorso di crescita importante, lo dimostrano le prestazioni fatte fino ad oggi indipendentemente dai risultati ottenuti. Questo spezzettamento da una parte interrompe la fluidità del percorso di crescita, sicuramente ci consente di recuperare qualche acciacco. Saranno disponibili tutte le giocatrici di movimento, tranne Giulia Risina. Potremmo scegliere la migliore formazione da mettere in campo. La Florentia avrà forti motivazioni perché vuole primeggiare tra le squadre della Toscana ma le nostre motivazioni dovranno prevalere. Ti dico anche che le motivazioni nel femminile non mancano mai. Le ragazze non entrano mai appagate da quello che hanno ma ambiscono sempre a qualcosa in più. Il nostro obiettivo è raggiungere la salvezza. Ci giochiamo tanto contro un’avversaria che conosco bene e che proveremo a mettere in difficoltà. Dobbiamo essere bravi a giocare una partita intelligente ed allo stesso tempo di cuore e di strategia. Dopo il pareggio con l’Inter vogliamo continuità di risultati oltre che di prestazioni”. […]