Napoli Calcio femminile: finisce 3-1 a Sassuolo

0
304
Sassuolo - Napoli Calcio femminile
Sassuolo - Napoli Calcio femminile: termina 3-1 al Ricci.

Al Ricci è terminata 3-1 la partita tra Sassuolo e Napoli Calcio femminile. Terza sconfitta in altrettante partite per le azzurre, dunque, che si sono fatte rimontare dalla squadra neroverde. La compagine partenopea era scesa in campo con le giuste motivazioni. Dopo un inizio abbastanza equilibrato, difatti, è stata Paola Di Marino a sbloccare l’incontro. Le modenesi però, grazie alla loro maggiore esperienza, sono riuscite a ribaltare il match.

LA PARTITA:

Assente Di Criscio a causa di un forte mal di gola. Geppino Marino ha proposto il classico 3-5-2 con in campo, dal via, le due ex Oliviero ed Errico. I primi venti minuti sono stati molto equilibrati, con diverse occasioni per entrambe le formazioni. Per rompere gli equilibri, è servito il calcio di punizione, al 28′, in favore del Napoli. A calciarlo ci ha pensato Alessandra Nencioni. Ad intercettare il pallone e fare gol, invece, è stata Paola Di Marino. La capitana, con un colpo di testa, ha regalato al suo Napoli il vantaggio dell’1-0. La reazione delle padrone di casa, però, non si è fatta attendere. Bugeja, classe 2004, ha saltato mezza difesa azzurra e con un magistrale sinistro ha segnato il gol del pareggio. Dopo 15′ della ripresa, un tiro di Parisi viene toccato con il braccio da Oliviero. Calcio di rigore per le neroverdi, che con Dubkova al 58′, sono andate in vantaggio. Il Napoli, nonostante la rimonta, ha continuato a costruire. Contro il talento della Maltese Bugeja, la retroguardia ospite, non ha potuto fare nulla. La fenomenale numero 7 ha saltato Capparelli e di destro l’ha messa all’incrocio, siglando la rete del 3-1. Le speranze del Napoli di rientrare in partita sono sfumate sui quattro legni colpiti, in serie, nel giro di un minuto. 3 fischi e 3 punti per la squadra emiliana.

Ancora zero punti per le neopromosse. La classifica però non rispecchia a pieno l’operato di Di Marino e compagne, che hanno dimostrato di avere le qualità per fare di più. Il cammino è ancora lungo. Il tecnico Marino ha dalla sua la lunga pausa Nazionali per poter metabolizzare questo amaro avvio di stagione, con la speranza di poter contare su di una migliore sorte.