Napoli Calcio femminile: le azzurre ferme a quota 0

0
222
Napoli Calcio femminile: azzurre ferme a quota 0
Napoli Calcio femminile: azzurre ferme a quota 0
Il Napoli Calcio femminile, nella sfida odierna contro il Milan, ha incassato l’ennesima sconfitta stagionale. Tanto cuore, tanta determinazione, tanta grinta ma la partenopee non sono ancora riuscite a fare risultato. Il Milan, però, ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per portare a casa il due ad uno finale. Per Marino erano cinque le indisponibili indisponibili causa Covid-19. Le napoletane, dunque, sono arrivate al cospetto delle rossonere senza nulla da perdere e senza punti in classifica.
LE DICHIARAZIONI DELL’ALLENATORE GEPPINO MARINO

“Quella di oggi è stata la dimostrazione che le mie ragazze hanno gli attributi. Sono grato di allenare questo gruppo fantastico. Siamo stati falcidiati dal Covid e siamo arrivate a questa partita senza allenamenti nelle gambe. Le ragazze non vedevano il pallone da 15 giorni.  Aver reagito così al doppio svantaggio ed essere quasi riusciti a pareggiarla dimostra quanti valori e che carattere hanno queste ragazze. Per me questa prestazione è motivo d’orgoglio. Il calcio è deciso da episodi, questo si sa. Ma quasi sempre, soprattutto quest’anno, questi episodi indirizzano la partita in nostro sfavore. Sembra molto facile fischiare rigori contro di noi. Forse per la classifica che abbiamo. Anche oggi una decisione dubbia ha comunque indirizzato la partita. Siamo a cinque rigori subiti in sette partite. Questo non deve rappresentare un alibi. Siamo un grande gruppo. Si è visto anche oggi lo spirito dal quale siamo animate. Peccato però che i risultati non ci stiamo premiando. Non ancora, almeno. Domenica a San Marino credo davvero che inizierà un’altra campionato”.

Per le azzurre, dunque, l’appuntamento con la vittoria tarda ancora. In questi casi è sempre possibile fare di più. C’è da dire che però la compagine campana è sempre entrata bene in qualsiasi partita, rischiando in più di un’occasione di raccogliere di più.  Il rigore segnato da Eleonora Goldoni sembrava potesse riaprire la sfida ma l’assalto finale delle padrone di case non ha prodotto gli effetti sperati.