Punta a risolvere criticità come le lungaggini delle liste di attesa e le interruzioni delle prestazioni sanitarie ai cittadini la proposta per le macroaree Assistenziali della Specialistica ambulatoriale e della Riabilitazione/Sociosanitario e Salute Mentale avanzata dall’associazione Aspat, rappresentativa della sanità privata accreditata della Campania, durante una conferenza stampa che si è svolta questa mattina a Napoli.

Ora che la Sanità regionale non è più commissariata, il presidente di Aspat Pierpaolo Polizzi, è arrivato il momento di adottare il fabbisogno assistenziale, attualizzato ai Lea (i livelli essenziali di assistenza) e fissare nuovi sui tetti di spesa.

Per i singoli settori della sanità privata sono intervenuti i dirigenti Aspat, Antonio Gambardella, coordinatore regionale e il direttore Gaetano Gambino.