La Polizia Ferroviaria di Napoli ha arrestato nella stazione centrale della città una coppia di extracomunitari accusati di avere rapinato un minorenne del Bangladesh dopo avergli fatto bere un caffè contenente potenti e pericolose sostanze soporifere. La Polfer, grazie ai capillari sistemi di videosorveglianza installati nella stazione, è riuscita a individuare e bloccare i due nordafricani: gli agenti li hanno bloccati, il giorno dopo l’accaduto, con ancora addosso il farmaco appartenente alla classe delle benzodiazepine.

Sono state proprio le immagini a incastrare un tunisino di 29 anni, Abdessttar Aboudi e un marocchino di 34 anni, Said Nouari: nel video si vedono i due intrattenersi con la vittima alla quale poi offrono in caffè: dopo avere ingerito la bevanda il ragazzino perde conoscenza. Al suo risveglio, nell’ospedale Loreto Mare, scopre di essere stato derubato di tutti i suoi averi. I sanitari, dalle analisi, scoprono la presenza di sostanze sedative e ipnotiche nel sangue e scatta da denuncia alla polizia.

Gli agenti del commissariato Vicaria Mercato raccolgono le informazioni e chiedono la collaborazione degli agenti della Polfer che visionando le immagini scoprono, rintracciano e arrestano i due extracomunitari. Sono in corso indagini per scoprire eventuali complici.