La natura umana e quella degli animali che si intrecciano attraverso l’arte e la musica.
E’ la linea tracciata da Paolo Isotta nella sua antologia personale intorno al mondo animale “Il canto degli animali” appunto, in cui le due nature aprono a quella dimensione istintiva, che li tiene insieme e li affratella nel profondo.

Paolo Isotta condivide lo spazio e la scena dedicati alla sua narrazione poetica in scena a Villa Pignatelli per la rassegna Qui del Napoli teatro festival dedicata alla letteratura, con Peppe Barra e con la sua capacità di affabulare cantando e di cantare affabulando.