giovedì, Luglio 18, 2024
HomeCronacaPride 2024, a Napoli la politica prova a salire sul carro Lgbt

Pride 2024, a Napoli la politica prova a salire sul carro Lgbt

Anche la comunità Lgbt vota, ma i partiti ci hanno messo 20 anni per capirlo. Che sia la volta buona per un'Italia al passo su diritti civili

Ci son voluti 20 anni e più, alla fine la politica è salita sul carro del Pride. E’ bastato che la leader del principale partito d’opposizione Elly Schlein ballasse su uno dei carri del corteo di Roma, per far capire agli altri partiti che anche la comunità Lgbt vota. E i voti a cui puntare, sono tanti. Basta vedere le immagini del Napoli pride dove per la prima volta si è vista sventolare, tra le migliaia color arcobaleno, una bandiera di forza italia. Partito che al Governo siede insieme a chi divide il mondo tra normali e non (Interviste Antonello Sannino, presidente Antinoo Arcigay Naoli e Loredana rossi, vice presidente Associazione Transessuali Napoli)

PER LA PRIMA VOLTA AL PRIDE VINCENZO DE LUCA

Sul carro del pride quest’anno ha voluto salire per la prima volta anche il governatore della Campania, Vincenzo de luca, che a sinistra vive da tempo un conflitto con il suo partito di appartenenza e non è un caso che sia quello di Elly Schlein. Che l’armonia del cosiddetto campo largo (pd cinque stelle) possa ritrovarsi sui diritti civili, solo il tempo potrà dirlo (interviste Elly Schlein,Vincenzo De Luca)

Skip to content