Notte da far west in provincia di Napoli. Un gruppo di rapinatori semina il panico in via San Giacomo, sono in 4 su due scooter, poco dopo aver rapinato un 18enne e essersi impossessati di una moto parcheggiata, si dileguano. E’ una banda aggressiva e che opera armi in pugno, avendo probabilmente programmato una notte di rapine. Pochi minuti dopo arrivano al 112 altre due segnalazioni. La prima parla di colpi d’arma da fuoco in via Salice, la seconda invece arriva direttamente dalla clinica Villa dei Fiori, dove era stato trasportato un 18enne colpito da colpi d’arma da fuoco mentre era a bordo di uno scooter in via Salice.
I Carabinieri vanno sia all’ospedale che a via Salice dove trovato uno scooter a terra che presenta alcuni fori sulla carrozzeria e la targa coperta. In ospedale il ferito, incensurato e di Volla, ha subito due colpi d’arma da fuoco (uno alla gamba sinistra l’altro ha forato un polmone). A causa della gravità delle ferite è stato trasportato al Cardarelli dove è stato operato ed ora è in pericolo di vita in terapia intensiva.
Sono in corso le indagini da parte dei Carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna. Eppure questa volta ad avere la peggio potrebbe non essere stata una delle vittime delle rapine. Diverse sono le piste battute ma la principale fa pensare che il giovane faccia parte dei 4 rapinatori e che ignoti abbiano reagito a un tentativo di rapina esplodendo diversi colpi d’arma da fuoco.