Nell’atavica lite tra comune di Napoli e Società Sportiva Calcio Napoli, ma sarebbe meglio dire tra il sindaco de Magistris e il patron De laurentiis, ci pensa il mister Carlo Ancelotti a fare da terzo incomodo.

Oggetto del contendere i lavori agli spogliatoi dello stadio San paolo, pessimi secondo il tecnico di Reggiolo che ha affidato ai social il suo sfogo contro il pessimo risultato derivante dal restyling, a pochi giorni dalla prima partita in casa contro la Sampdoria.

«Le condizioni sono inaccettabili. Non ci sono parole, sono indignato per la scorrettezza e l’inadeguatezza di chi doveva eseguire questi lavori – le parole di Ancelotti. Ad alimentare la polemica, la replica del comune che, attraverso l’assessore allo sport Ciro Borriello, si è difeso sostenendo la non attualità del video.

Dichiarazione che ha spinto la società a pubblicare di tutta risposta anche foto e video a corredo della denuncia di Ancelotti, in cui si afferma che le immagini risalivano a poche ore prima dello sfogo dell’allenatore. In attesa dell’intervento del presidente de laurentiis, che c’è da scommettere nn si farà attendere, pronta la replica del primo cittadino, Luigi de Magistris, che gira le accuse al commissario dell’ Universiade Basile ed alla Regione Campania