Tentativo di rapina ai danni di carabiniere, ucciso15enne: devastato pronto soccorso del Pellegrini

0
1252

Un ragazzo di 15 anni è morto la notte scorsa a Napoli nel corso di un tentativo di rapina ai danni di un carabiniere libero dal servizio. Il militare, di stanza a Bologna, in auto con la fidanzata avrebbe sparato dopo avere udito lo scarrellamento di una pistola che gli sarebbe stata puntata alla tempia. Il 15 è stato colpito alla testa e all’addome. Immediatamente soccorso il ragazzo è stato trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Vecchio Pellegrini dove è deceduto nonostante l’intervento dei sanitari. I parenti sopraggiunti hanno letteralmente devastato il reparto, distruggendo le suppellettili e mettendo fuori uso il pronto soccorso.Il servizio è stato sospeso e i pazienti sono stati trasferiti nei reparti e in altri ospedali.
Il fatto è avvenuto in Via Generale Orsini, vicino al Lungomare. Gli investigatori stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio.
Alle 4 di questa mattina, mentre nella Caserma Pastrengo, sede del comando provinciale dei Carabinieri, c’erano alcune donne familiari del giovane deceduto e di un presunto complice, all’esterno sono stati esplosi alcuni colpi di pistola in aria. Probabilmente a scopo intimidatorio.
Il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, durante il sopralluogo nell’ospedale del centro antico ha constatato “gli ingenti danni ad arredi e attrezzature” e “l’assenza di condizioni igienico-sanitarie” determinata da quanto accaduto. Ed ha predisposto la chiusura temporanea del servizio.