La pioggia e il maltempo non hanno fermato la missione di fede degli accollatori di San Michele Arcangelo a Trentola Ducenta, che ieri hanno portato a spalla per le vie del centro la statua del santo Patrono.

Una città divisa tra fede e tradizione che quest’anno ha rivolto il suo sguardo anche alla piccola Noemi.
Infatti una parte del ricavato della beneficenza raccolta dagli accollatori sarà donata al Santobono e alla famiglia della ragazzi ferita in Piazza Nazionale per garantirle le cure necessarie per la guarigione.

In piazza San Giovanni Paolo Secondo ha avuto luogo il rituale volo degli angeli con protagoniste le piccole Miriam e Amaranta Pia che hanno reso onore al santo e lo spettacolo pirotecnico. Soddisfatto il sindaco Andrea Sagliocco.

Ma quando è importante il culto di San Michele per la comunità trentolese ce lo spiega don Enzo.
Ma la festa di San Michele è anche divertimento musica e la tradizionale sagra organizzata dal Comitato festeggiamenti trentolese presieduto da Giuseppe Monti.