Università Federico II, il nuovo Rettore Matteo Lorito: “Sfidiamo la pandemia”

0
147

Ha alle spalle una “campagna elettorale dura” e davanti “la sfida della pandemia”. Matteo Lorito, nuovo rettore dell’Università degli Studi di Napoli, che si è insediato da qualche giorno, è sicuro che l’ateneo “uscirà rafforzato da questa inattesa situazione di pandemia”. Lorito ha raccolto il testimone di Arturo De Vivo. Per la prima volta, nella storia dell’ateneo (800 anni dalla fondazione) per eleggere il rettore è stato necessario un secondo turno: al primo, infatti, i due contendenti hanno raggiunto la parità. Al secondo turno, Lorito ha battuto Luigi Califano, preside della Scuola di Medicina. Oggi l’ex direttore del Dipartimento di Agraria assicura: “Sono il rettore di tutti” “Questo è un ateneo complesso e importante – dice -. Siamo pronti a ripartire, siamo pronti a piegarci, ora, con la curva dei contagi senza, per questo, dare di meno ai nostri studenti”. Già nel marzo scorso, la Federico II è stata pronta a far partire la didattica a distanza e “i nostri studenti, nelle loro valutazioni, hanno espresso un giudizio positivo”. “Dobbiamo immaginare un futuro, e lo dico da biotecnologico, in cui dovremmo convivere con questo virus capace di mutare per un bel po’ di tempo – sottolinea -. Ma spero di sbagliare e che per Natale sia tutto finito, nel frattempo dobbiamo essere pronti”. “Ci siamo chiesti cosa sarebbe successo alla didattica universitaria durante l’emergenza – afferma -. La Federico II ha avuto un trend di crescita delle iscrizioni che si assesta intorno al 10%”. Tra i primi appuntamenti di Lorito c’è il nuovo Consiglio di Amministrazione prima di procedere a individuare le deleghe. “Avremo deleghe che finora alla Federico II non ci sono state – fa sapere – per esempio la riorganizzazione amministrativa, il placement, il trasferimento tecnologico. La scelta che verrà fatta parte da necessità di ateneo, prima settori e poi competenze per ogni delega”. Tra le priorità l’edilizia universitaria. “Un piano triennale”, annuncia Lorito, che interesserà in misura diversa i vari plessi dell’ateneo. Si provvederà all’ampliamento del complesso universitario di San Giovanni a Teduccio e si procederà a passo spedito per la nuova sede della Facoltà di Medicina a Scampia. Le gare per le attrezzature e le strumentazioni medicali sono state portate a termine e si sta lavorando alla convenzione per il comodato d’uso degli edifici a Scampia.