Sono ore di attesa per i lavoratori dello stabilimento Whirpool di Napoli, ancora in presidio all’esterno della fabbrica dal giorno della notizia della cessione da parte dell’ azienda.

Domani (martedì 4 giugno) la vertenza approderà sul tavolo del ministero dello sviluppo economico.

Al momento sono 60 le vertenze di altrettante imprese campane in crisi al vaglio dell’esecutivo. Intanto, ieri prima domenica senza posto di lavoro per i 420 dipendenti, in presidio di protesta da venerdi scorso e il cui futuro occupazionale è legato all’intervento del governo.

Durante l’assemblea che si è svolta questa mattina, i lavoratori hanno annunciato l’ esodo verso Roma, con almeno mille persone pronte ad un sit-in di protesta davanti la sede del Mise