Il tema della trasversalita’ dell’arte, coniugato attraverso una serie di registi diventati artisti e viceversa, accompagneranno il percorso della terza edizione della rassegna cinematografica all’aperto organizzata dal Museo di Capodimonte in collaborazione con la societa’ Red Carpet.

‘Pittori di cinema’ si aprira’ martedi’ 23 luglio con Blow Up di Antonioni nel prato antistante la Fagianeria del museo, che come da tradizione si trasformera’ in un cinema all’aperto, con sedie a sdraio, sedie da regista e stuoie.

Oltre ad Antonioni, il programma prevede Eisenstein in Messico di Peter Greenway, Cuore Selvaggio di David Lynch, Le avventure acquatiche di Steve Zissou (Wes Anderson), Roma di Alfonso Cuaron, prima della chiusura il 28 luglio con Amarcord di Fellini.
Il direttore del museo, Sylvain Bellenger e la curatrice della rassegna, Maria Tamajo Contarini.