Coronavirus, il viaggio di Raffaella De Luise nella Napoli spettrale

0
929

Coronavirus, il viaggio fotografico nella Napoli spettrale di Raffaella De Luise. Un ideale itinerario dalla collina al mare. In un giorno di quarantena. Dove la paura del contagio si percepisce anche nelle sfumature di piazze e strade. In cui il pallone sgonfio abbandonato accanto a un marciapiede racconta di bambini che non giocano più in strada.

Sulla spiaggia di Mappatella Beach che bacia l’acqua del mare diventata d’incanto cristallina. Nella via dello shopping griffato in cui il sole è l’unico che passeggia sul selciato. Tra penombre, che a fatica rivelano la vita forzata dei senza fissa dimora. In un angolo di vita rappresentato dall’edicola, che non ha chiuso. Unico collegamento con il mondo esterno alle nostre case.
Le foto di Raffaella De Luise, che con la consueta sensibilità ha raccontato in oltre 30 scatti la realtà di una città spettrale, rivelano ciò che stiamo vivendo. E che ci auguriamo cambi presto.