Corporate Art Awards MECENATI DEL XXI SECOLO: Napoli tra i vincitori

0
745

Il mecenatismo vince ancora. A Bruxelles, sono stati rivelati i nomi dei vincitori dei Corporate Art Awards MECENATI DEL XXI SECOLO, premi ideati da pptArt per identificare, valorizzare e promuovere le eccellenze del mecenatismo istituzionale, aziendale e privato a livello internazionale.

La città di Napoli con ELITE ha portato a casa il prestigioso premio per l’edizione di “Rivelazioni”, dedicata al Museo e Real Bosco di Capodimonte.

ELITE è una piattaforma internazionale, nata in Borsa Italiana nel 2012, che si pone lo scopo di accelerare la crescita delle società, utilizzando innovative strategie organizzative e manageriali volte a rendere imprese già meritevoli ancora più competitive.

“Rivelazioni”, non a caso, ricalca a pieno questi principi. Si impone come progetto di mecenatismo vero e proprio; connette privati e istituzioni culturali e fornisce accordi con alcuni dei principali musei d’Italia dedicati al restauro di opere di pregio spesso conservate nei depositi e in attesa di essere nuovamente esposte.

Un progetto, quest’ultimo, lanciato da Borsa Italiana nel 2015 con una chiave di successo tutta racchiusa nel concetto stesso di “valorizzazione”. Valorizzare un’opera d’arte è, infatti, cosa fondamentale per far sì che essa possa veramente rivivere.  Pertanto, non si tratta solo di restaurare e conservare opere d’arte, ma anche di proporre iniziative volte ad ampliare e migliorare la visibilità delle stesse.

Nell’ambito di questo progetto, Borsa Italiana ed ELITE promuovono una raccolta fondi per il restauro, la quale prevede che ciascun mecenate adotti un’opera che verrà poi esposta nuovamente al pubblico.

Solo quest’anno, nove le aziende del programma ELITE che hanno finanziato il restauro di sette capolavori del museo napoletano che verranno finalmente restituiti alla piena fruizione del pubblico.

Sylvain Bellenger, Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, e Giovanni Lombardi, Presidente dell’Advisory Board del Museo, hanno dichiarato: “Siamo molto orgogliosi e crediamo fortemente nell’importanza della collaborazione tra pubblico e privato per tener vivo il nostro immenso patrimonio culturale e artistico. “Rivelazioni” semplifica la relazione tra azienda e museo, aggiungendo valore a entrambi i soggetti, dimostrando di essere una piattaforma ottimale per le attività di mecenatismo “.

Inoltre, per ampliare il cerchio, è stato aperto anche uno spazio espositivo a Milano, Borsa Italiana Gallery (BIG), in cui ospitare opere d’arte, tra cui proprio quelle restaurate in occasione di “Rivelazioni”.

James Bradburne, Direttore della Pinacoteca di Brera, lo ha definito un “pop-up museum”, una combo di arte e finanza. Tra le opere esposte, compare “ l’ Adorazione” di Michelangelo Anselmi, restaurata presso BIG grazie al contributo di E.P.M., azienda entrata in ELITE nel 2012 e certificata dal 2015.