De Luca usa il lanciafiamme contro l’autonomia differenziata

La posizione della Campania alla conferenza Stato-Regioni

0
35

Ritira fuori il lanciafiamme, ma questa volta contro l’autonomia differenziata il presidente della Regione Campania, Vincenzo de Luca. Sarà quindi una conferenza stato regioni molto movimentata quella di domani a Roma. Il ministro degli Affari regionali, Roberto Calderoli, dovrà confrontarsi con i governatori sull’ultima versione della legge quadro. La legge che prevede il passaggio alle Regioni di poteri, in determinate materie, prima di competenza dello Stato. Una legge da ritirare senza margini di trattativa secondo de Luca, che questa mattina ha convocato una conferenza stampa per illustrare i punti negativi di una norma che rischia di allargare ulteriormente il divario tra Nord e Sud.

NO ALL’IPOTESI CALDEROLI

“L’ipotesi Calderoli significa spezzare l’unità nazionale e condannare a morte il Sud. Di questo parleremo anche con il Presidente del Consiglio”. Così il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, dopo aver annunciato la richiesta di ritiro del ddl del governo sull’autonomia differenziata. “Mi auguro – ha proseguito De Luca – il premier colga fino in fondo il pericolo mortale per l’unità nazionale e per il destino del Sud. Siccome in queste settimane abbiamo sentito sempre parlare di Nazione e di interesse nazionale, vogliamo sperare, visto che è in discussione l’unità della Nazione, ci siano comportamenti conseguenti”.