Voleva incontrare l’ex moglie a tutti i costi, nonostante fosse agli arresti domiciliari, al suo rifiuto ha impugnato scalpello e mazzuola e si è presentato all’esterno del cortile condominiale per raggiungerla ma è stato arrestato dalla Polizia di Stato a Ercolano.

L’episodio è accaduto in piazza Pugliano dove un 40enne originario di Torre del Greco ha raggiunto telefonicamente la sua ex moglie che si trovava a casa di un familiare, esprimendo la ferma volontà di incontrarla.

Al rifiuto, si è presentato armato di mazzuola e scalpello nel cortile condominiale dove si trovava l’ex consorte che è riuscita a chiudere il cancello in tempo evitando ogni contatto.

Quindi su richiesta della donna, gli agenti del commissariato della Polizia di Stato di Portici – Ercolano sono intervenuti sul posto e hanno rintracciato l’uomo che intanto era rientrato nella sua abitazione perché sottoposto agli arresti domiciliari.

All’interno di un armadio, nell’abitazione del 40enne, gli agenti hanno trovato e sequestrato lo scalpello e la mazzuola che aveva impugnato poco prima per minacciare l’ex moglie.

L’uomo è stato condotto al carcere di Poggioreale.