Far conoscere ai cittadini le conseguenze positive del testamento solidale.

Questo l’obiettivo della Giornata internazionale del lascito solidale, che ha visto l’adesione anche dell’ordine dei notai di Napoli.

Ieri i notai napoletani hanno aperto le porte dei loro studi per informare sulla possibilità di donare una parte dei propri beni a una o più associazioni, enti o organizzazioni no-profit per sostenere vari progetti e iniziative: un gesto che trasforma un testamento in segno concreto di solidarietà.

Altri particolari li ha forniti il presidente dell’ordine dei notai, Giovanni Vitolo Anche solo con una piccola donazione si possono sostenere progetti di diverso tipo a livello locale, nazionale e internazionale, utili ad aiutare le fasce deboli della società.

22 le associazioni no profit che fanno parte del comitato per il testamento solidale, tra queste l’Unicef, rappresentata da Maria Silvana Galli