Ha voluto testimoniare la sua presenza raccogliendo l’invito degli operai a salire su una ruspa nel cantiere per il “completamento della viabilità di accesso dell’Interporto di Nola”.

Il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, ha partecipato anche così alla cerimonia di riapertura di questa opera strategica per lo snodo interportuale.

La Regione Campania punta a fare un importante investimento a Nola per creare una grande piattaforma logistica regionale per i farmaci in Campania – ha spiegato De Luca -.  Oggi esistono sul territorio regionale circa 40 centri di distribuzione, che generano diseconomie e sprechi conseguenti. Alla sanità regionale questa attuale organizzazione costa circa un miliardo e mezzo. Un’unica grande piattaforma consentirà una razionalizzazione della distribuzione dei farmaci, e potremo realizzare un risparmio di costi di circa 150 milioni di euro. Puntiamo a costruire una efficiente rete logistica regionale, anche per dare respiro ai porti. Siamo convinti che la qualità del territorio, delle sue infrastrutture e dei servizi determina la competitività delle imprese. Faremo di Nola un punto di svolta delle politiche di sviluppo della regione Campania”.

Stanziati circa 12 milioni di euro da parte della Regione Campania. Sbloccato un cantiere fermo dal 2011. L’intervento contribuirà a “snellire” il traffico viario della Strada Statale variante 7bis, poiché collegherà direttamente l’Autostrada A30 con l’area interportuale, grazie alla viabilità complanare ed alternativa a quella Statale.

Presenti all’incontro anche Gaetano Minieri, Sindaco di Nola, Alfredo Gaetani, Presidente Interporto Campano S.p.A., Giovanni Fiore, Presidente Raeda Scarl e Claudio Ricci, AD Interporto Campano S.p.A.