Per la prima volta, in caso di Patrocinio a Spese dello Stato, atteso il lungo lasso di tempo che passa dalla liquidazione dei compensi all’effettivo pagamento (oltre un anno), gli avvocati napoletani potranno rivolgersi alla BCC di Napoli ed, aprendo un conto corrente, avranno accesso alla apertura di credito in conto corrente per l’anticipazione degli importi delle parcelle maturate e derivanti dall’attività svolta con il gratuito patrocinio.

Una importante iniziativa voluta dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli e dalla Banca di Credito Cooperativo di Napoli per venire incontro alle esigenze dei legali campani.
Il Presidente degli Avvocati Maurizio Bianco ed il Presidente della BCC Napoli Amedeo Manzo presentano l’iniziativa, soddisfatti della convenzione, unica nel panorama nazionale.
Dichiara Maurizio Bianco: “Questo è l’ultimo degli obiettivi raggiunti ma è certamente quello più importante della mia presidenza.
Volevo ridare respiro ai professionisti napoletani, e specialmente ai più giovani, che operano in un contesto economico “difficile”, dove il patrocinio a spese dello stato è, spesso, l’unico modo per consentire una difesa ai più deboli.
Inseguivo da tempo questo risultato e finalmente ci sono riuscito, grazie alla sinergia con Amedeo Manzo e la BCC, che deve continuare”
Gli avvocati napoletani, documentando l’iscrizione all’albo, potranno aprire un conto corrente alla BCC ed accedere all’apertura di credito per l’importo equivalente alle somme liquidate per gratuito patrocinio, senza ulteriori garanzie.