Pochi giorni fa il dramma della rapina dello scooter ad opera di sei malviventi mentre svolgeva il suo lavoro di corriere per il cibo d’asporto.

Ieri la catena di solidarietà sui social, dopo che è diventato virale il video che ritraeva il pestaggio ai suoi danni e la rapina a Calata Capodichino, a Napoli e, oggi, la sorpresa della restituzione del motorino e del fermo dei presunti rapinatori.

Ha trascorso sulla cresta dell’onda queste ultime 36 ore Gianni Lanciano, il rider di 50 anni aggredito con calci e pugni e rapinato del veicolo da sei individui.

Mentre stava lavorando. Gli agenti della questura di Napoli hanno fermato sei persone, tra cui due alcuni minorenni. Lo scooter, riconsegnato al legittimo proprietario era parcheggiato davanti all’abitazione di uno dei presunti autori.