L’appuntamento con la prevenzione nella giornata dedicata alla donne è domani, sabato 16 dicembre, in piazza Trieste e Trento, a Napoli dove sosterà il “Camper della salute”. “Togliti il pensiero fai una visita al seno” è lo slogan scelto per l’iniziativa organizzata da Francesco D’Andrea ordinario di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica della Federico II, in collaborazione con il Dr. Massimiliano D’Aiuto, Chirurgo Oncologo Senologo e Direttore scientifico associazione Onlus Underforty

Il tumore al seno è una mina che stronca, prima ancora di uccidere, se diventa letale, vincendo ogni resistenza. Affrontarlo è difficile e per la donna lo è ancor di più, visto che produce contraccolpi psicologici spesso devastanti. Ecco perché è così importante la prevenzione.

I DATI
4 mila donne in Campania si ammalano di tumore al seno ogni anno.
5 mila le donne visitate dall’associazione Underforty nell’ultimo anno e inviate ad accertamenti di screening.
L’età media delle donne che si ammalano di cancro si è abbassata sotto i 45 anni, proprio quella fascia d’età che non ha accesso allo screening gratuito del SSL.

“La neoplasia più frequente fra le donne è rappresentata dal tumore al seno – commenta il Dr. D’Aiuto – Direttore scientifico di Underforthy (associazione no profit che si occupa della prevenzione, diagnosi e cura del tumore al seno nelle giovani donne)- Le stime dicono che le neoplasie al seno sono completamente guaribili in oltre il 50% dei casi. Percentuale di guarigione che sale anche al 98% se preso in tempo. Negli ultimi vent’anni infatti, i casi di mortalità sono scesi del 30%, grazie ad una diagnosi precoce ma al contempo è scesa anche l’età media delle donne che si ammalano. La prevenzione – afferma D’Aiuto- è l’arma migliore per combattere il tumore al seno”.
Il progetto nasce proprio per spronare le donne a capire l’importanza della prevenzione, di qui la possibilità per tutte di poter fare una visita senologica gratuita da parte di medici specializzati a bordo dei camper attrezzati ad ambulatorio mobile.

“L’obiettivo della manifestazione – spiega il prof. D’Andrea- è di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori alla mammella, informando il pubblico femminile anche sugli stili di vita sani da adottare e sui controlli diagnostici da effettuare.

L’Obiettivo- commenta D’Andrea- è anche quello di divulgare informazioni corrette e complete sulle possibilità di ricostruzione della mammella, offerte dalla Chirurgia Plastica dopo interventi chirurgici per tumore, per fornire alle donne la piena conoscenza riguardo lo sviluppo delle tecniche in materia di chirurgia ricostruttiva ed estetica”.
“Una donna informata è una donna consapevole delle proprie scelte- aggiunge D’Andrea- ricostruire chirurgicamente una mammella sottoposta a mastectomia non influisce in alcun modo sull’evoluzione della malattia di base anzi ne condiziona positivamente il decorso post-operatorio. La ricostruzione mammaria, infatti, permette alla donna di conservare la propria femminilità e dignità nella vita di relazione e nelle attività quotidiane, aiutandola ad affrontare il percorso terapeutico, il dolore, le paure e la malattia stessa”.

L’appuntamento con la giornata dedicata alle donne è sabato 16 dicembre in p.za Trieste e Trento dalle 9,00 del mattino fino alle 17,00 circa.