Il Consiglio Regionale della Campania ha celebrato Giancarlo Siani, il cronista de Il Mattino ucciso il 23 settembre 1985 nel quartiere Vomero per aver denunciato il sistema mafioso che all’epoca legava a doppio filo i clan di Camorra dei paese vesuviani con quelli del Napoletano e Cosa Nostra, nell’aula consiliare che porta il suo nome.

Una celebrazione consueta, occasione per premiare studenti e lavoratori che si sono distinti con le proprie azioni e i propri elaborati nel contrasto alla criminalità e alla promulgazione dell’educazione civica. Ascoltiamo la presidente del Consiglio Regionale, Rosa D’Amelio.

Intervenuto alle celebrazioni il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo, Federico Cafiero De Raho.