Serviva un candidato moderato contro il lanciafiamme di Vincenzo De luca.

E Stefano Caldoro ha dimostrato ancora una volta di essere il profilo
perfetto per guidare la coalizione di centro destra in Campania.

Fa niente se la sua terza candidatura alle regionali, la terza sfida
con l’antagonista De Luca, ha un po’ il sapore della minestra
riscaldata.

Eppure di temi caldi, che potrebbero dar vita a quelle
polemiche che tanto piacciono agli elettori in particolare sui social
network, ce ne sono a iosa.

Dalla mancata coesione della coalizione sulla scelta del suo nome per la corsa a palazzo Santa Lucia, a Salvini che in cambio del suo sostegno a Caldoro ha imposto e
ottenuto le sue condizioni, tra cui l’esclusione dalle liste di
Armando Cesaro.

Caldoro da buon moderato ha disinnescato ogni eventuale polemica, prendendo la strada a lui più consona.