Un evento straordinario nella chiesa Cattedrale di Napoli. Per la prima volta, su invito dell’Arcivescovo, il Cardinale Crescenzio Sepe, si è esibito il coro personale del Papa, che dal VI secolo è denominato Cappella Musicale Pontificia “Sistina”. Diretto da Massimo Palombella, l’ensamble è composto da 20 cantori adulti stabili, con l’inserimento a seconda delle situazioni di alcuni cantori aggiunti, e da circa 35 ragazzi cantori (i Pueri Cantores) che costituiscono la sezione di voci bianche della Cappella Musicale. Sono preparati dal Maestro Mons. Marcos Pavan. Oltre al suo principale impegno nell’ambito della Liturgia Papale, la Cappella “Sistina”, sia nella sua completezza che con la sola sezione di voci bianche, svolge attività concertistica in tutto il mondo, dove attraverso il patrimonio storico della musica per la Liturgia attua, secondo il suo primo mandato, un’opera di Evangelizzazione. A Napoli si è esibito, al cospetto di alte cariche civili e religiose, nel “Cantate Domino”. Nella stessa serata un altro evento importante per la chiesa di Napoli. Il cardinale Sepe si è recato nella chiesa di San Giovanni Maggiore, recentemente restituita al suo splendore dall’Ordine degli Ingegneri, per ordinare il nuovo parroco, don Donato Ciccarella, dominato anche assistente spirituale dell’Associazione Amici del Presepe.