Il tema è di quelli scottanti, quegli argomenti che in Italia si ha sempre difficoltà ad affrontare: le massomafie, ovvero organizzazioni segrete illegali formate da personaggi di spicco della malavita, politici, rappresentanti delle istituzioni e spesso magistrati.

A girare il dito nella “piaga” ci hanno pensato questa mattina, a Napoli, Luigi de Magistris e il procuratore nazionale Antimafia, Federico Cafiero de Raho, durante un incontro con gli studenti di alcune scuole del territorio al teatro Mercadante.

Il legame tra mafia e massoneria, quella che il giudice Falcone chiamava la zona grigia: dalla strage di Capaci al processo di Palermo sulla trattativa stato mafia, passando per le inchieste Why not e Poseidone a Catanzaro la storia d’Italia è segnata.

Da ex magistrato Luigi de Magistris non ha difficoltà a puntare il dito contro alcuni suoi ex colleghi