Alberi che si spezzano a causa della furia del vento, intonaci e coperture degli edifici che volano in strada, pietre e calcinacci che si staccano dai balconi.

Difficile anche camminare in strada oggi a Napoli e nelle altre provincie della campania dove questa mattina, come previsto dalla protezione civile, si è abbattuta un’ondata di maltempo. In via Cervantes, a breve distanza da palazzo san giacomo, sede del comune di Napoli, alcuni alberi si sono spezzati sotto le frustate del vento, mentre al corso Garibaldi, lato via marina, in strada sono finiti calcinacci e l’intonaco del solaio di un edificio.

Sul posto sono dovuti intervenite carabinieri, polizia e militari dell’esercito per chiudere la strada al traffico e impedire ai passanti di transitare e rischiare di essere colpiti da oggetti trascinati dal vento. In via Girolamo Santacroce ed al Vomero in via Cimarosa tronchi d’albero sono finiti sulla carreggiata e solo per puro caso non sono state colpite autovetture di passaggio. Sospesi i collegamenti tra Napoli le isole del golfo, scuole chiuse a Procida a Ischia.

Danni nell’Agro sarnese nocerino a causa del maltempo. Doppio allarme questa mattina a Scafati. In via Della Resistenza, per il vento forte, sono volati giù parti di solaio sfaldati dall’usura, che si sono staccati dal tetto di un vecchio fabbricato. Paura per la gente in strada che ha allertato tempestivamente le forze dell’ordine. Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento di Nocera Inferiore, che hanno rimesso in sicurezza l’intera area.